A poche ore dall’evento Ubisoft Foward, durante il quale dovrebbe essere annunciato Far Cry 6, un terremoto scuote la software house francese.

Un comunicato pubblicato dall’azienda nella notte tra sabato 11 e domenica 12 luglio annuncia le dimissioni di Serge Hascoer, direttore creativo e numero due della società. Insieme a lui si sono dimessi anche Cecile Cornet, direttrice delle risorse umane, e Yannis Mallat, capo della divisione canadese.

Le dimissioni sono la conseguenza diretta delle sanzioni che Yves Guillemot, amministratore delegato di Ubisoft, aveva promesso dopo le accuse di molestie sessuali circolate nelle ultime settimane. Ad accusare i manager della compagnia erano stati sia dipendenti che ex dipendenti, che avevano descritto sui social i comportamenti inadeguati dei dirigenti.

Già all’inizio del mese di luglio altri importanti dirigenti Ubisoft si erano trovati costretti a dimettersi per accuse simili. A seguito del comunicato Guillemot ha dichiarato:

“Ubisoft è venuta meno al suo compito di garantire un ambiente di lavoro sicuro per i suoi dipendenti. Questi comportamenti tossici sono incompatibili con valori che ritengo non negoziabili”