Valorant ha annunciato l’uscita del suo primo set di skin, Elderflame. Acquistarlo permetterà di trasformare le proprie armi, sia a distanza che ravvicinate, in draghi.

Inizia anche sullo sparatutto di Riot il mercato delle skin quindi. Saranno disponibili cinque livelli di skin, Select, Deluxe, Premium, Ultra, ed Exclusive, ma a far discutere subito dopo l’annuncio non è stata tanto la skin in sé, quanto il prezzo.

Togliendo dal discorso le Exclusive, il cui prezzo è variabile, il livello più costoso, l’Ultra, ammonta a 2475 Valorant Points per una singola skin. I VP possono essere acquistati in diversi pacchetti che vanno da 475 VP per 5 dollari a 11000 VP per 100$. Il modo più economico per comprare una singola skin è acquistando 475 VP per 5 dollari più 2050 VP per 20 dollari.

Come fatto notare da Joe Lee, responsabile della monetizzazione di Valorant, su Twitter, il pacchetto che contiene tutte e quattro le nuove skin andrebbe a costare cento dollari.

Ma questo è solo l’inizio. Le skin hanno infatti ulteriori livelli di modifiche che possono essere sbloccati con la Radianite, un’altra valuta che può essere acquistata o tramite il Battle Pass o tramite il VP. Con questa moneta si possono sbloccare ulteriori piccole animazioni delle skin. Insomma 100 dollari sono solo il biglietto d’ingresso.

Le skin non offrono alcun vantaggio di gameplay e sono quindi completamente opzionali. Negli anni passati però abbiamo imparato quanto l’estetica sia tenuta in considerazione dai videogiocatori, specialmente nei giochi free to play. Se avete 100 dollari da investire nell’aspetto delle vostre armi, le skin sono già disponibili dal 10 luglio.