Il First Playable Fund, il fondo di finanziamento a sostegno degli sviluppatori videoludici, è salvo. Ecco i dettagli.

Settimana scorsa vi avevamo parlato del rischio di cancellazione del fondo a favore degli sviluppatori. Ora, grazie alla riformulazione e approvazione del testo dell’emendamento 38.32, possiamo dire che il rischio è stato scongiurato. La Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha infatti esaminato l’emendamento firmato dal ministro PD Marianna Madia, approvandolo nella sua versione riformulata.

A tal proposito, IIDEA (ente che rappresenta il mercato videoludico italiano) ha diffuso un comunicato ufficiale:

“IIDEA esprime soddisfazione per l’esito positivo della vicenda e ringrazia i gruppi parlamentari di maggioranza, e in particolare l’On. Marianna Madia, per aver espresso un riconoscimento unanime del valore strategico del nostro settore attraverso la riformulazione dell’emendamento in oggetto. L’Associazione è pronta a supportare il MISE nell’implementazione e nella promozione del fondo: l’obiettivo è che la misura divenga uno strumento utile e di successo non solo per le imprese che ne faranno uso, ma soprattutto per l’Italia, che finalmente vedrà ridursi un gap fin qui troppo profondo rispetto agli altri paesi dell’area europea nel sostegno all’industria dei videogiochi”.

Una piccola ma grande vittoria per la comunità videoludica italiana.