Durante la notte si è tenuto l’annuale Apple Worldwide Developers Conference (WWDC) ed ovviamente – trattandosi di Apple – non sono mancate le sorprese e gli annunci dedicati al mondo MacOS.

Tra gli annunci più importanti fatti dal CEO della casa di Cupertino, Tim Cook, segnaliamo l’annuncio di MacOS Big Sur: la nuova versione del sistema operativo mela-brandizzato. Le novità di questa nuova versione includono un’interfaccia grafica rivista e migliorata, e che strizza l’occhiolino agli utenti abituati ad iOS, ma anche il supporto ad un nuovo tipo di processore ARM-Based sviluppato all’interno di Apple stessa: Apple SIlicon.

Apple WWDC 2020 Intel MacOS Apple SiliconUna vera e propria rivoluzione quindi, i Mac hanno definitivamente chiuso qualsiasi rapporto con Intel ed i suoi processori x86 e si preparano ad intraprendere un periodo di transizione. Nonostante la compagnia si aspetti che questo processo duri almeno 2 anni, ha già aperto il programma Universal App Quick Start ed ha iniziato ad offrire ai vari sviluppatori di App un devkit che andrà a facilitare ancora di più lo spostamento da Intel a Silicon.

Apple WWDC 2020 Intel MacOS Apple SiliconChe sia arrivato il momento che MacOS, iOS ed iPad OS entrino finalmente in sintonia? Non ci resta che attendere il prossimo autunno, quando i primi Mac dotati del nuovo processore ARM entreranno in commercio.