I titoli Riot Games sono da sempre stati il falò di una piaga che affligge il multiplayer online da tempo: i giocatori tossici e chi usa la chat vocale per insultare i propri compagni di squadra. Valorant, il nuovo sparatutto degli sviluppatori di League of Legends, non fa differenza e si prepara a correre ai ripari.

In questo video allegato al Tweet di Riot Evergreenily, la User Experience Designer di League of Legends, è possibile notare infatti un atteggiamento fuori luogo da parte di alcuni compagni di squadra. A detta della sviluppatrice, questo potrebbe inficiare sull’esperienza dei giocatori che, impossibilitati ad utilizzare il matchmaking in solo queue, dovranno affidarsi alla disponibilità di esterni.

Inevitabile la risposta di Anna Donlon, Executive Producer del titolo, che ha promesso l’arrivo di misure drastiche a lungo termine per combattere il fenomeno.