In risposta alla decisione del governatore della California Gavin Newsom di dichiarare lo stato di emergenza a causa del Nuovo Coronavirus, ESA ha dichiarato che sta valutando la situazione in vista dell’E3 2020.

Lo stato di emergenza è stato dichiarato mercoledì, a seguito di due morti e più di 50 casi confermati nella costa occidentale degli stati uniti, tra lo stato di Washington e la California.

La notizia arriva a pochi giorni dalle dichiarazioni rassicuranti degli organizzatori dell’E3 2020. A soli tre mesi dall’evento non abbiamo ancora dettagli precisi, e la situazione è in continua mutazione.

Un comunicato stampa dell’ESA riporta che:

“La salute e la sicurezza dei visitatori, degli espositori, dei nostri partner e dello staff sono la nostra prima priorità. Stiamo monitorando la situazione quotidianamente, mentre continuiamo a lavorare per un E3 2020 di successo. L’evento si terrà tra il 9 e l’11 luglio 2020.”

“Il nostro team e i nostri partner continuano a monitorare la situazione COVID-19 in collaborazione con i Centri Per la Prevenzione delle Malattie Infettive e l’Organizzazione mondiale della sanità. Stiamo valutando la situazione per prendere le giuste misure al fine di minimizzare i rischi per la salute”

Per E3 il 2020 sembra un anno maledetto. L’emergenza coronavirus colpisce l’evento dopo una lunga serie di avvenimenti negativi, da un attacco informatico al sito alle defezioni di Geoff Keighley e della Sony.