Malgrado Bandai Namco detenga i diritti, quantomeno nella distribuzione, dei più disparati titoli, i videogiochi maggiormente associati ad essa sono quelli dedicati ai brand legati allo Shonen Jump. Naruto, Dragon Ball, One Peace, My Hero Accademia e tanti altri.

Il Direttore Generale dell’azienda giapponese, Ryo Mito, ha rivelato, nel corso di un’intervista rilasciata per le pagine di VJump alcuni retroscena sullo sviluppo di tali giochi. Oggi ve ne proponiamo un breve stralcio:

Ho lavorato su giochi per molte serie Jump ( Saint Seiya, One Piece, MHA, Shaman King ), e anche con il franchise di Dragon Ball. In tutto credo di aver raggiunto circa 20 titoli. La nostra azienda ha un “Jump Team”, dedito al solo sviluppo legato ai brand di riferimento. Inizialmente, ricoprimo il ruolo di Producer e quando siamo andati a mostrare Dragon Ball Z: Burst Limit all’editore ci furono molte critiche, e fummo costretti rifarlo in 3 mesi.” Aggiunge infine Mito, Continuo a pensare che non ci sia ancora il giusto rispetto per i nostri titoli, quindi spero che continuando a svilupparli, le persone possano rimanere entusiaste del nostro lavoro.”

Bandai Namco vorrebbe dunque che, nei prossimi anni, l’indice di gradimento dei titoli dedicati ai brand Shonen Jump possa finalmente esplodere.