Si è conclusa poco fa il Nintendo Direct dedicato ad Animal Crossing: New Horizons, come promesso nell’annuncio di ieri. Ci si aspettava una diretta piena di dettagli e curiosità sull’atteso nuovo capitolo della serie, e la casa giapponese non ha deluso. Se non avete avuto l’occasione di seguire la presentazione e siete affamati di novità, eccovi tutte le principali informazioni rivelate.

In termini di gameplay, sappiamo ora che l’isola in cui approdiamo è silenziosa e vuota all’inizio, con solamente noi e altri due residenti a popolarla. I primi due edifici presenti saranno l’aeroporto, da cui si accede alle funzioni multiplayer, e un negozio dove comprare, costruire e vendere oggetti. Mentre giochiamo, però, possiamo sbloccare nuove strutture – come musei, supermercati, laboratori e altro ancora – e allo stesso tempo incontrare nuovi visitatori, tra cui alcuni volti familiari della serie come Isabelle e Gulliver. Al posto di pagare debiti, il nostro compito è portare a termine una serie di incarichi, che appariranno man mano che completiamo i precedenti. Ci sono ovviamente delle ricompense, ma non è specificato come potranno essere investite.

Parlando invece del multiplayer di Animal Crossing: New Horizons, si possono invitare altri giocatori nella propria isola – e visitare quelle degli altri – scambiandosi i relativi “codici isola“. Una nuova funzione, chiamata “party play”, permette fino a quattro partecipanti di recarsi nello stesso luogo. Tuttavia, mentre ci si trova nel mondo di qualcun’altro, non è possibile utilizzare accette o vanghe, per impedire il griefing. Questa restrizione viene rimossa se il proprietario e l’ospite sono “migliori amici” (non ci sono dettagli su questa meccanica). Per comunicare con gli altri giocatori, sia via testo che via chat vocale, bisogna sfruttare l’app Nintendo Switch Online su smartphone.

La propria isola in Animal Crossing: New Horizons può anche essere personalizzata attraverso la costruzione di nuovi passaggi o la demolizione delle colline, entrambe funzioni disponibili solo più avanti nel gioco. Sono presenti diverse stagioni così come il ciclo giorno-notte, e in merito a quest’ultimo è stato mostrato un dettaglio piuttosto curioso. A quanto pare, dopo il tramonto, alcuni fantasmi potrebbero apparire e vagare per la mappa. Nintendo ha chiamato questi spiritelli “wisp”, ma non è chiaro il loro scopo.

Infine, ci saranno eventi stagionali e altre aggiunte sotto forma di update gratuiti, che arriveranno in futuro. Il primo sarà disponibile ad aprile, ma sarà possibile già effettuare l’aggiornamento a partire dal day one.

Trovate qui sopra il video completo della diretta dedicata ad Animal Crossing New Horizons, nel caso vogliate recuperarla e seguire gli annunci in modo più approfondito.