Periodo nero per Blizzard. Dopo una serie di scelte che hanno portato il colosso sulla via del declino, perlomeno per quanto riguarda a livello di immagine, sembra che il peggio debba ancora arrivare. Sicuramente Metacritic è una piattaforma da prendere sempre con le pinze, quando si tratta di stabilire la qualità di un prodotto ma risulta invece efficacissima per determinare gli umori del grande pubblico e la percezione dello stesso su di un determinato titolo. Di conseguenza, come fu per Fallout 76 nel corso dell’anno passato, cadere in picchiata e stabilire un record negativo sul sito, non può portare nulla di buono, ed è proprio quello che sta succedendo al remastered di Warcraft 3.

Warcraft 3 Reforged è riuscito nell’annoso compito di mettere tutti i giocatori d’accordo, e si è già macchiato di alcuni “crimini” abbastanza espliciti nella comunità video-ludica, primo su tutti un metodo di gestione delle richieste di rimborso davvero imbarazzante. Criticato aspramente più o meno da chiunque ci abbiamo messo le mani sopra, ma anche da chi ha seguito il suo sviluppo e utilizzato Twitch e Youtube(o comunque altri canali) per informarsi sulla produzione una volta uscita sul mercato, ora il titolo “vanta” un punteggio utenti di 0,5/10.

warcraft

I commenti negativi si sprecano e pare proprio che la bufera iniziata con l’annuncio di Diablo Immortal e ingigantitasi negli ultimi mesi con quanto successo con il professionista Blitzchung sia ancora ben lontana dall’arrestarsi.