Reggie Fils-Aimé, amatissimo ex-presidente di Nintendo of America, ha recentemente raccontato in un podcast (che potete recuperare qui) un curioso episodio legato al logo Nintendo.

Pare infatti che Nintendo avesse intenzione di cambiare il proprio storico logo per renderlo più appetibile ad un pubblico più adulto. Di seguito le parole di Reggie:

“C’era quasi un senso di vergogna nel fatto che il nostro brand avesse presa sui giovani consumatori, così il team dedicato al marketing di Nintendo of America cominciò a modificare il classico logo (scritta Nintendo dentro una forma ovale) provando a renderlo simile ad un graffito, cercando di farlo apparire più rovinato. Fermai tutto questo, perché non sarebbe più stato fedele al nostro brand. Dovevamo sì ampliare il nostro bacino d’utenza, ma rimanendo fedeli a noi stessi, senza nessun tipo di bugia.”

Nintendo decise così di mantenere il classico design senza modificarlo, lo stesso che accompagna ancora oggi ogni prodotto dell’azienda di Kyoto.