Il film di Sonic the Hedgehog è ormai famoso in tutto il mondo, purtroppo non per i motivi sperati. Il design del porcospino blu ha lasciato perplessi (per usare un eufemismo) tutti e gli stessi produttori hanno alla fine scelto di rinviare la pellicola, inizialmente prevista per la fine del 2019.

Sulla situazione ha voluto esprimersi Jim Carrey, interprete del Dr. Eggman, che non ha preso molto bene la scelta del rinvio e, in generale, le proteste di tutti i fan:

Non so proprio cosa provo per il pubblico che ha scatenato le controversie Vedremo cosa comporta perché a volte scopri che la coscienza collettiva decide che vuole qualcosa e poi quando lo ottiene è tutto un “Ho voluto protestare, ma in realtà non me ne importava nulla. Sono solo salito sul carro”

La frase conclusiva riassume poi una problematica che, effettivamente, più volte è stata presa in considerazione:

Stiamo perdendo il controllo di qualsiasi cosa.

Dal lato dei fan sarà sicuramente un piacere vedere Sonic con un design più vicino a quello dei videogiochi, ma questa situazione potrebbe essere un precedente per tante nuove proteste ogni qualvolta un’opera non rispecchi in pieno la volontà della fanbase, non lasciando più libertà a sceneggiatori, produttori e registi di fare effettivamente il proprio lavoro.

Cosa ne pensate? Siete d’accordo con le parole di Jim Carrey o pensate che un’opera basata su un libro e/o videogioco debba essere fedele al massimo?

Commenti

risposte