Questa serie di articoli ha contemporaneamente due scopi: didattici e commerciali. Cercheranno di spiegare quanto più chiaramente cosa sono le varie componenti dei PC ed allo stesso tempo guideranno nella scelta dei componenti migliori per i vostri scopi.

Definizioni

GPU dieshot

La GPU è il processore grafico. Il suo compito è quello di preparare quel che si vede sul monitor. Può essere la semplice schermata di Windows, oppure un ambiente dinamico e interattivo come un videogioco.
Unità di calcolo: le schede grafiche sono unità estremamente parallele. Dispongono quindi di numerose unità di calcolo. AMD le chiama Stream Processors, Nvidia Cuda Cores, ma la sostanza è la stessa: più esse sono e più potenza grafica ha la scheda. Sono unità di calcolo generico, che si occupano praticamente di tutti i calcoli generici necessari per generare un’immagine su schermo, ma sono in grado di essere usate anche per calcoli matematici puri.
Frequenza: la frequenza indica quanti cicli di attività una unità di calcolo esegue in un secondo. La sua unità di misura sono gli Hertz e più è alta, più il processore è veloce. Oggigiorno, le schede grafiche operano con frequenze nell’ordine dei Gigahertz.

Teraflop: la capacità di calcolo massima teorica di una scheda grafica. Per ottenerla basta una semplice formula: n° unità di calcolo x frequenza in Ghz x 2 = TF. È possibile esprimere questa potenza in funzione della grandezza dei dati elaborati, come 32bit, 16 bit e così via.
Questo valore può essere usato per confrontare a naso le performance sul campo tra schede grafiche della stessa architettura.

Architettura: il layout elettronico della scheda grafica. Più specificamente, indica come sono implementati fisicamente i vari set di istruzioni che dovrà eseguire. Un singolo set di istruzioni può essere implementato fisicamente in molti modi diversi. L’architettura determina le performance generali della scheda grafica.

Memoria Dedicata: una GPU ha della memoria nel suo circuito elettronico, separata dalla memoria di sistema. Nel suo interno ci sono tutti i dati che servono al calcolo della scena corrente. Capacità maggiori permettono di aumentare il dettaglio a schermo. Il tipo di memoria influenza la sua velocità nello scambiare dati. Maggiore è la velocità, più la scheda grafica può eseguire operazioni su di essa.

ROP: render Output Units. Unità che si occupa di finalizzare l’immagine per mandarla allo schermo. Usata anche per applicare l’Anti Aliasing. Più sono e più sarà veloce il processo di finalizzazione dell’immagine da parte della GPU.

TMU: Texture Mapping Units. Unità fisse dedicate alla manipolazione delle texture da applicare agli oggetti del mondo virtuale. Più sono e più veloci saranno le operazioni sulle texture.

Tensor Core: solo per schede Nvidia RTX. Sono unità di calcolo ottimizzate per calcoli di allenamento ed inferenza di reti neurali.

RTXCore: solo per schede Nvidia RTX. Sono unità di calcolo ottimizzate per accelerare parti della procedura per generale effetti di illuminazione attraverso il ray tracing.

TDP: questa sigla indica il Thermal Design Power, cioè il calore che deve essere smaltito dal sistema di raffreddamento. Non rappresenta né il consumo vero né l’effettivo calore durante i picchi di lavoro, che può essere maggiore.
Litografia: la litografia indica il processo produttivo di un processore ed indica la grandezza media del gate dei singoli transistor. Più è piccolo questo valore, più indica l’utilizzo di tecnologia migliore, in quanto un canale più piccolo permette un aumento di efficienza energetica. Oggi siamo arrivati a grandezze dell’ordine dei nanometri. Il valore di per se non dice tutto però, perché ogni fabbrica di semiconduttori ha un processo specifico e diverso, pertanto è utile indicare oltre alla dimensione, anche il produttore.
Ad ogni cambio del processo di produzione, segue di solito un cambio nella nomenclatura dei processori ed un nome diverso dell’architettura.

Overclock: è un procedimento che, attraverso la modifica del moltiplicatore del clock ed eventualmente delle tensioni operative, permette alla GPU di lavorare a frequenze superiori a quelle nominali dichiarate dalla casa madre, per un tempo indefinito. Più performance a discapito di una maggior produzione di calore e di assorbimento energetico. Le GPU moderne sono tutte in grado di auto overclockarsi se rimangono all’interno di valori preimpostati per il calore e potenza assorbita, ma è possibile spingerle a fare meglio.

Offerte del Mercato

GPUwar
Il mercato delle GPU è un duopolio tra AMD e Nvidia. Entrambe le aziende non hanno fabbriche, quindi loro progettano le schede grafiche e poi le fanno costruire ai loro partner. Questo porta sul mercato numerosi varianti delle stesse GPU, prodotte da case come Asus, Sapphire, Zotac, MSI e via discorrendo.
nvidia
La nomenclatura delle schede Nvidia è ZTX – YYXX(Ti)

La Z indica se si tratta di una scheda con tecnologia ray tracing con una R, o senza con una G. Le YY indicano la famiglia e le XX la potenza all’interno della famiglia. Se esiste uno step di potenza intermedio tra due fasce XX, c’è l’aggiunta del suffisso Ti. O Super come di recente.

La nomenclatura attuale di AMD è RX-YZZ (x)
La Y indica la famiglia e ZZ la potenza relativa. La presenza di una x alla fine indica una versione più potente.
Entrambe le case offrono schede grafiche professionali, appartenenti alle categorie Quadro per Nvidia e FirePro per AMD. Nvidia offre anche schede di calcolo scientifico con il nome di Tesla.

Come Scegliere

Per scegliere una scheda grafica si parte sempre dal proprio budget a disposizione e/o dall’obiettivo di performance che si vuole raggiungere. Per un computer da gaming è la componente più importante, è pertanto molto semplice dedicargli gran parte del budget della propria configurazione. Bisogna però stare attenti a non costruire un PC sbilanciato, ovvero con colli di bottiglia. Il processore deve fare il lavoro di preparare i frame per la GPU e se non è abbastanza veloce, potrete incappare in colli abbastanza alti.

Il problema principale della scelta della GPU è dato dalle numerose varianti. Queste differiscono tra loro generalmente per sistema di raffreddamento e potenziale di overclock. La GPU all’interno rimane la stessa, quindi aspettatevi le stesse performance generali, indipendentemente dal modello acquistato. In generale è inutile pagare i modelli di punta, che sono eccessivamente più costosi e non possono comunque darvi le performance dei modelli economici della scheda di fascia superiore.

Consigli per gli Acquisti

Cosa offre ora il mercato? Qui di seguito consigli di acquisto, ordinati per fasce di ordine di prezzo.

Entry Level

Se volete giocare con ottime performance, dovrete spendere circa 150€ di GPU e prendere la Radeon AMD RX570 4GB. A questo prezzo avrete una scheda con una potenza teorica a metà tra la PS4 Pro e l’Xbox One X, che in ambito PC vi permette di giocare in full HD a dettagli alti a 60fps. Nei giochi più leggeri, può tranquillamente spingersi oltre i 100 fps. La sua bontà di prezzo/prestazioni rende molte schede intorno al suo prezzo dei brutti affari. Se non potete permettervi almeno questa scheda, il mio consiglio è o di andare a cercare nell’usato, o risparmiare un po’ di più prima dell’acquisto del PC.

75 Watt

Se il vostro computer ha un alimentatore senza connettori ausiliari, tipico di preassemblati da ufficio, o volete costruire un PC supercompatto ed energeticamente efficiente, questa scheda è la più performante che si alimenta esclusivamente attraverso lo slot della scheda madre. In termini di performance assolute, è inferiore alla AMD RX570.

Good Performance

In questa fascia troviamo schede in grado di assicurare refresh alti con dettagli ultra in full HD e possono spingersi bene anche in territorio QHD. La Vega 56 è di vecchia generazione e molto energivora, ma è possibile smanettare su tante sue impostazioni per ottimizzarne le performance al meglio. Il suo basso prezzo la rendono appetibile. L’RTX 2060 ha prestazioni superiori ed è la scheda più economica con unità dedicate per il Ray Tracing, offrendo un primo sguardo in questa nuova tecnologia. Degna di nota è il suo encoder integrato NVENC di nuova generazione, utilissimo a chiunque voglia fare streaming di giochi pesanti. La nuova arrivata RX 5700 offre ottime performance per il prezzo superiori alla controparte Nvidia, ma i modelli a singola ventola sono per ora da evitare, causa forti surriscaldamenti che ne limitano le performance. La 2060 Super offre la stessa potenza della vecchia 2070 ad un prezzo più ragionevole.

High Performance

Queste due schede hanno performance comparabili nei giochi, e sono ottime per il QHD, ovvero la risoluzione 2560×1440. Le schede Nvidia al momento costano molto di più e l’unico vantaggio che offrono sono le RTX, che diventano usabili con queste performance in Full HD, e l’encoder Turing. AMD ha un’ottima scheda, per ora frenata di dissipatori a singola ventola.

Extreme Performance

l’RTX 2080 Ti è la singola scheda più potente sul mercato ed è l’unica scelta per il 4K praticamente quasi senza compromessi. Il prezzo di 1200€ è esorbitante ed è consigliato prenderla solo se tutto il resto del set up è in grado di sfruttarla appieno.

Commenti

risposte