Per chiunque abbia un minimo di conoscenza di programmazione sa benissimo che la funzione “random” vera e propria non esiste in informatica, ma quello che sta succedendo nel mondo di MTG Arena può essere un grandissimo problema per il bilanciamento del gioco nel prossimo futuro.

Una delle componenti strategiche che più influenza la costruzione di un mazzo è quella di trovare il giusto bilanciamento e magie per evitare quello che viene definito “mana flood” o “mana screw” (rispettivamente il pescare troppe terre o pescarne troppo poche).

Regola vuole che nel classico mazzo da 60 carte, poco più di 1/3 siano terre con più o meno terre rispetto a questo standard nel caso si stia parlando di mazzi di controllo o aggro.

Secondo lo Youtuber CoverGoBlue, lo shuffler di MTG Arena è completamente sballato ed è possibile costruire mazzi con un numero di terre veramente esiguo senza avere grossi problemi di mana screw, in particolar modo creando una versione di RDW da 13 montagne e la bellezza di 47 spell (e chiunque giochi a Magic può capire la pericolosità di questa composizione).

Incuriosito, ho voluto testare la cosa ed ho giocato per qualche ora con un mazzo praticamente uguale a quello presentato da CovertGoBlue nel video e ho constato che quanto dice è tristemente vero.

Solitamente gioco un Esper Control con 26 terre e spesso e volentieri mi sono trovato a perdere partite perché non riuscivo a pescare la quinta fatidica terra per calare Teferi (una delle principali carte del mazzo).

Giocando invece il 13-land RDW mi sono trovato spesso e volentieri a non avere mai problemi di mana (grazie anche ad una curva del mana molto bassa) e qualche volta anche andando in mana flood (su 20 partite giocate almeno 3 o 4 mi sono ritrovato a turno 6 con 6 terre in gioco).

Capisco che sormontare i limiti dei linguaggi di programmazione non è facile, ma fornire ad un gioco con così tanto seguito uno shuffler così facilmente “exploitabile” è praticamente uno scandalo.

Considerando anche i soldi messi in palio per i grandi tornei futuri, Wizards of the Coast dovrà per forza di cose correre al riparo e trovare uno shuffler con nuove routine, per consegnare a noi giocatori un sistema di gioco più equilibrato e sano.

Se volete provare anche voi ecco la lista (BO1) del mazzo che ho testato:

13-Land RDW

(60)
4 Fanatical Firebrand (RIX) 101
13 Mountain (RIX) 195
4 Ghitu Lavarunner (DAR) 127
4 Shock (M19) 156
4 Spear Spewer (RNA) 117
4 Lightning Strike (XLN) 149
4 Runaway Steam-Kin (GRN) 115
3 The Flame of Keld (DAR) 123
4 Light Up the Stage (RNA) 107
4 Skewer the Critics (RNA) 115
4 Wizard’s Lightning (DAR) 152
4 Viashino Pyromancer (M19) 166
4 Footlight Fiend (RNA) 216

Commenti

risposte