Partiamo da una premessa molto importante: chi vi scrive in questo momento è una persona estremamente appassionata (e competente) di Red Dead Redemption e, di conseguenza, di Red Dead Online. Ho appena superato il liv. 50 e so di cosa parlo. Non fraintendetemi: non ho intenzioni egocentriche. Al contrario voglio convincervi del fatto che le righe che troverete di seguito sono frutto di una vera e propria ricerca EMPIRICA durante ore e ore di gioco, attento e assiduo. Non troverete le solite quattro cose copiaincollate a vicenda da guide standard già scritte e, per altro, poco dettagliate. Quello che leggerete di seguito è il frutto di vero hard gaming, con l’intento di aiutarvi (davvero) in ogni aspetto del bellissimo e vastissimo Red Dead Online. La guida sarà certamente aggiornata con regolarità, anche in base agli update che saranno inseriti in corso d’opera. L’ordine degli argomenti sarà tendenzialmente sparso: inizierò con le stats e le missioni principali per poi addentrarmi negli aspetti restanti. Buona lettura!

Creazione del personaggio, statistiche e missioni principali

Se ancora non siete entrati nel mondo di Red Dead Online, la prima cosa che dovrete fare sarà creare il vostro avatar. Modificate le vostre sembianze come preferite, ma ricordatevi: il vostro aspetto sarà permanente. In gioco potrete cambiare solamente stili di barba e capelli, occhio quindi a zigomi, occhi, lineamenti e via dicendo. L’unico modo che avrete per modificare il vostro aspetto sarà creare un altro personaggio, perdendo tutti i progressi precedenti.
Dopo lo creazione del vostro avatar dovrete decidere dove assegnare 2 punti bonus tra le statistiche base: Salute, Resistenza, Dead Eye. NON mettetene neanche uno su Resistenza: è la statistica più facile da farmare (proprio come in single player) in quanto vi basterà correre o saltare per upgradarla, azioni che compierete inevitabilmente giocando. Se siete particolarmi bravi a sparare, mettete entrambi i punti a Salute. L’esperienza per il Dead Eye, infatti, si acquisisce principalmente facendo headshot; l’esperienza della Salute, invece, aumenta con uccisioni corpo a corpo o con tomahawk e arco, uccisioni “rare” e di conseguenza difficili. Se proprio siete scarsi a mirare, mettete 1 punto a Salute e uno a Dead Eye ma, ripeto, NESSUN PUNTO INIZIALE SULLA RESISTENZA.

Una volta creato il personaggio e assegnati i 2 punti bonus, iniziate e finite TUTTE LE MISSIONI PRINCIPALI. Cercatevi di non farvi prendere da altro, in poche ore le avrete finite e vi sarete assicurati oro, soldi e esperienza. Durante le prime missioni dovrete effettuare delle scelte che influenzerano il vostro livello di Onore, Onore che a sua volta influenzerà i finali della Storia. Non preoccupatevi: saranno comunque giocabili entrambi, vi basterà cambiare il vostro livello di Onore una volta completato uno dei due. Quello che vi consiglio è quindi di sbloccare anzitutto il finale onorevole (facendo scelte onorevoli nelle missioni precedenti), per poi fare i criminali in giro, diventare disonorevoli e poter sbloccare le due missioni finali mancanti. Questo perchè, in gioco, è molto più semplice perdere onore che acquisirlo. Le scelte presenti nelle missioni, invece, vi permetteranno di acquisire un notevole boost sia in caso di scelte onorevoli, sia in caso opposto. Create il vostro personaggio, mettete i 2 punti bonus e fate immediatemente TUTTE le missioni della Storia. Ora siete pronti per entrare nel vivo di Red Dead Online.

A che serve il Dead Eye in Red Dead Online?

So che molti si saranno fatti questa domanda. Nonostante in RDO venga privato dello slow-motion, il Dead Eye rimane estremamente utile in alcune circostanze.
Anzitutto il Dead Eye avrà un effetto diverso a seconda della carta Abilità che sceglierete di utilizzare: scartate immediatamente “Bocche di Fuoco”, “Marchiato a Morte” e “Musa Ispiratrice”. Prendete quindi in considerazione le restanti tre e andate a piacere. Sono tutte abilità molto situazionali, difficile dire con certezza quale possa essere la migliore.
Oltre alla carta Abilità, sfrutterete il Dead Eye in due occasioni precise: per sparare più efficamente con il fucile a pompa (gittata e danno migliorati); per stabilizzare la mira quando, in caso di gun-fight, siete stati colpiti e non riuscite più a tenere fermo il mirino. Se siete ottimi cacciatori di teste, vedrete che negli scontri sulla lunga distanza questo utilizzo vi cambierà radicalmente la vita.

Set di Abilità: qual’è il migliore?

Il Set di Abilità è composto da 4 slot: 1 riservato all’Abilità del Dead Eye e 3 riservati alle Abilità passive. Le Carte e quindi le Abilità tra cui scegliere sono 20 in totale: qual’è allora la combinazione migliore? Di queste 20, la maggior parte sono da scartare a priori visti gli effetti oggettivamente poco utili. Oltre a quelle già citate sul paragrafo Dead Eye, lasciate perdere le passive “In perfetta forma”, “Il dono della concentrazione”, “Medicina alternativa”, “Obiettivo Unico”, “Rianimatore provetto”, “nato per combattere”, “in copertura”, “cavallerizzo”, “di necessità virtù”, “pazienza di landon”, “corta gittata”, “serie positiva”. Prendendo in considerazione le poche rimaste e l’utilità in PvP, personalmente il Set di Abilità migliore è rappresentato da: Dead Eye = Lento e Costante, Passiva 1= Sangue Freddo, Passiva 2 = Occhio per Occhio, Passiva 3 = Occhio Vigile. Se preferite, sostituite una passiva a vostro piacimento con “A Prova di Morte”. Il concetto di fondo è chiaro: non avete bisogno di boost al danno o cavolate del genere. Voi dovete a priori distruggere la gente a suon di headshot, dei danni in più o della difesa dietro nascondigli non vi interessa. A meno che non vogiate camperare, ma direi che non è il caso. Molte delle Carte Abilità sopra citate le sbloccherete salendo di livello, pagandole 50 dollari l’una al primo livello, 350 al secondo e 500 al terzo. Aspettate quindi quelle che vi interessano e mettete i soldi da parte: inutile potenziare Abilità a caso che poi non userete più.

Quali armi usare

Come per il Set di Abilità, il mio intento è farvi diventare macchine da guerra e puntare solo al massimo. Nella scelta delle armi da usare, il vostro unico parametro è la precisione, ovvero la velocità con cui il mirino si chiude per garantire colpi perfetti. A parità di precisione, si passa poi a cadenza di fuoco e velocità di ricarica. Secondo queste caratteristiche, il fucile attualmente OP è senza ombra di dubbio il Varmint. Disponibile sin dai primi livelli e al misero costo di SETTANTADUE dollari, il Varmint è certamente l’arma più forte del gioco. Ha un solo difetto: siete costretti a fare headshot. All’inizio per molti di voi potrà essere frustrante, ma vi assicuro: è il modo migliore per allenarvi e togliervi, nel tempo, un bel po’ di soddisfazioni. Per quanto riguarda le pistole, la Semiautomatica è certamente la più affidabile. Lasciate perdere la Mauser. Procuratevi un Varmint e una Pistola Semiautomatica e sarete apposto fino a liv. 100.

Serie di Rese dei conti e PvP

In Red Dead Online le Serie di Rese dei conti comprendono varie modalità PvP. Dalla comunissima “Sparatoria tra squadre” alla particolare (e noiosissima) “Niente sprechi”. Di seguito i pochi consigli che spero possano esservi utili per ogni modalità.

Caccia all’uomo: quando spawnate, non correte dritti in avanti come bot impazziti e senza meta. Guardatevi intorno, spesso indietro, rimanendo principalmente nella zona di spawn e cecchinando chi nasce nelle vicinanze. Inutile buttarsi alla cieca all’inseguimento del player che da più punti sulla mappa: morirete e basta. Parola d’ordine: pazienza. E headshot, naturalmente.
Arma a scelta, sia a squadre che in singolo: anche in questo caso, guardatevi sempre dietro per evitare di beccarvi un tomahawk dietro la schiena. Usatelo a vostra volta se riuscite, ma i 3 punti garantiti dalla doppietta rendono quest’ultima l’arma ideale. Per usarla al meglio, mi raccomando, usate come già detto il Dead Eye: vi garantirà una gittata e un danno migliori. Non solo: occhio al treno quando arriva. Nelle sue vicinanze spawna un arco (che quasi tutti snobbano) che vi garantisce ben 9 punti a kill. Inoltre, quando potete, cercate di rimpiazzare la doppietta con un fucile a pompa che compare facilmente in giro per la mappa.
Niente Sprechi: non c’è nulla da dire. Se siete intenzionati a skipparla il più possibile, scegliete “Serie di Rese dei conti grande”.

Come expare velocemente

Se amate il PvE, le missioni degli Sconosciuti vi garantiscono un buon rapporto tempo/divertimento/exp. Certo dovrete farle almeno con un amico: le possibilità che gli altri giocatori vi disturbino sono alte.
Che vi piaccia o meno il PvP, le serie di Rese dei conti rimane il metodo più veloce per expare velocemente. Ogni kill fa guadagnare tra i 10 e i 20 exp (a seconda della modalità), più 5 exp di bonus per headshot, uccisione dalla distanza, uccisione col dead eye, uccisione corpo a corpo ecc… Senza contare il bonus partita che, sempre a seconda della modalità e del risultato, è di minimo 250 exp, fino a un max di circa 500.
Altro metodo fruttuoso consiste nel completare le Ricompense (Sfide). Alcune, dopo averle completate, possono essere azzerate per poterle ripetere, garantendovi nuovamente i relativi exp. Ho stilato per voi una lista di quelle più semplici e immediate:
“Portare al massimo il livello di Onore” “Portare al minimo il livello di Onore” “Uccidere 1000 nemici” “Assaggiare 20 piante” “Uccidere 1 uccello in volo con una freccia” “Portare a termine 10 missioni Free Roam” “Raggiungere il legame massimo col cavallo” “Uccidere 1000 animali” “Vendere qualcosa a tre tipi di negozi diversi (ricettatore, macellaio e dottore)” “Visita 50 negozi” “Vendi 100 piante al dottore”

Come guadagnare oro e soldi velocemente

Non starò qui a elencarvi bug o strategemmi di ogni tipo. La parola d’ordine in questo caso è, come per l’exp, GIOCARE. Ecco quindi delle linee guide per fare soldi in Read Dead Online senza sprecare tempo prezioso.
Se ve la cavate, il metodo migliore rimane il PvP. A fine partita, in caso di vittoria, potreste vincere anche 27 dollaroni (Caccia all’Uomo). Inoltre la rapida successione tra una partita e un’altra evita perdite di tempo.
Se siete amanti del Free Roam, gli Sconosciuti sono un buon compromesso, anche se a volte la distanza per raggiungerli potrebbe essere molta. C’è inoltre da dire che è l’unica attività, per ora, in grado di arrivare anche a 0.12 di oro. Sempre parlando di oro, completare le Sfide elencate nel paragrafo precedente vi permette di guadagnarne una parte. Ricordatevi, inoltre, che ogni 5 liv. avrete a disposizione una mappa del tesoro da ritirare alla posta. Apritela e andate a cercare il bottino. Sembra poi banale ma ci tengo a ribadirlo: comprate solo lo stretto necessario, almeno all’inizio. Volete vestirvi bene? Lo capisco, ma non comprate trecentomila abiti che poi non metterete mai. Andate a colpo sicuro.
C’è poi il capitolo riguardante LA CACCIA. Ve lo dico chiaramente: non è così vantaggiosa come sembra, anche perchè unica attività a non garantire oro. Fare avanti indietro per riportare un max di tre carcasse non diventa così conveniente, soprattutto quando non si hanno le armi per fare uccisioni perfette. Per fortuna però, abbiamo il Varmint che torna ancora una volta a darci una mano. Il Varmint è l’arma perfetta con cui uccidere una grande quantità di piccoli animali (serpenti, scoiattoli, puzzole, conigli, piccoli uccelli, procioni ecc..) garantendo una carcassa almeno “buona”. Non solo. I piccoli animali sono perfetti per ovviare al problema del fare avanti e indietro: potete metterveli direttamente in saccoccia, dandovi la possibilità di continuare a cacciare senza interruzioni. Stesso ragionamento vale per la pesca, che diventa interessante potendo “immagazzinare” una buona quantità di pesci prima di venderli.

Guida ai covi in Free Roam

I covi sono un’altra attività presente in Red Dead Online, utile per spezzare i ritmi e divertirsi un po’. Garantiscono inoltre una buona quantità di exp. Essendo tantissimi e in continuo aggiornamento, ho deciso di fare un articolo a parte da poter modificare quotidianamente. Appena sarà pronto, metterò qui il reinderizzamento all’articolo.

Commenti

risposte