Durante il primo giorno di Gamescom non potevamo che precipitarci verso l’appuntamento con Square Enix. Obiettivo? Life is Strange 2, naturalmente. Siamo riusciti a provarlo in anteprima assoluta ed è arrivato il momento di raccontarvelo.

Life is Strange 2 è ambientato tre anni dopo le vicende del primo capitolo. Basta un solo minuto di gioco per assumere per certa la prima, grande novità: i protagonisti non saranno più Max e Chloe. Vestiremo invece i panni di Sean Diaz, adolescente americano di origini messicane, seguito dall’inseparabile Daniel, fratellino combinaguai e “disubbidiente”. Proprio Daniel sarà l’altra grande novità nei processi decisionali che vi porteranno a scegliere per una o l’altra cosa: le vostre azioni influenzeranno il vostro fratellino (proprio come nella vita reale) che muterà il suo comportamento durante il corso del gioco. Se deciderete di rubare qualcosa, ad esempio, Daniel potrebbe fare lo stesso in seguito. Dovrete quindi stare attenti non solo a voi stessi, ma anche all’esempio che potreste dare.
I toni, almeno durante la demo da noi provata, sono più “realistici” e (giustamente) senza vergogna. A 16 anni si dicono cazz**e, si fanno battute volgari che non fanno ridere, si fanno continue allusioni sessuali ecc…Si riesce quindi a battere il muro “bigotto” tendenzialmente presente nel primo capitolo.
Tecnicamente il titolo è visivamente migliorato. Non che per il genere di Life is Strange fosse una priorità, ma le migliorie grafiche e fisiche si fanno notare e apprezzare. Gli ambienti chiusi sono pieni di dettagli e ben curati, mentre all’aperto riusciamo finalmente a scorgere qualcosa che assomigli ad un paesaggio. Nulla a che vedere con altri titoli tripla A, sia chiaro, ma come già detto non è certamente la feature principale.
Narrativamente, la demo si è mostrata particolarmente debole su quello che si presenta come il punto di svolta dell’intera trama. Non vogliamo spoilerarvi nulla, vi basti però sapere che la svolta è sembrata decisamente forzata o comunque frettolosa. Non sappiamo però se la demo è stata montata ad hoc per essere facilmente usufruibile e d’impatto o se i primi minuti da noi provati combaceranno con l’inizio del gioco. Prima di dare giudizi affrettati, dovremo quindi aspettare il 27 Settembre, data di uscita dei primi 5 episodi.

Mentre avevamo la fortuna di provare il gioco, il trailer ufficiale veniva lanciato su YouTube. Godetevelo qui sotto e continuate a seguirci durante questa Gamescom 2018!

Commenti

risposte