Dopo aver mostrato un trailer sul palco Microsoft, Bethesda ha rivelato durante la sua conferenza più dettagli riguardo Fallout 76. Il gioco sarà ambientato sulle colline del West Virginia, e il giocatore sarà uno dei primi ad emergere nella Wasteland dopo l’olocausto nucleare. Si tratta dunque di un prequel degli altri giochi e, stando a quanto ha detto Todd Howard, avrà una mappa quattro volte più grande di quella di Fallout 4.

Il Vault 76 fu costruito per celebrare i tre secoli dalla nascita degli Stati Uniti e il protagonista è stato scelto per entrare nel vault per attendere il giorno per poter riconquistare la superficie.

Il gioco sarà diviso in sei aree ben distinte con sfide e ricompense diverse, sarà inoltre possibile affrontare nuove creature della wasteland.

Ma l’elemento veramente innovativo è che Fallout 76 sarà totalmente online (Howard rassicura che sarà comunque possibile giocarci da soli). L’idea di un survival open-world venne a Bethesda quattro anni fa, quando iniziò a lavorare ad un multiplayer di Fallout. Howard lo ha descritto come un “softcore” survival, dove la morte non significa la perdita di tutti i progressi.

Il gioco avrà server dedicati, ma non ci sarà la selezione di server da parte del giocatore, con un numero di giocatori in contemporanea sull’ordine delle “dozzine”.

Le scelte dei giocatori saranno estremamente importanti, così i giocatori potranno decidere chi saranno gli eroi, e chi i cattivi.

La costruzione delle basi di Fallout 4 farà ritorno, acquisendo maggior significato nell’ottica di costruire una base e difenderla con gli altri giocatori.

Il gioco uscirà il 14 Novembre 2018 su Xbox One, PS4 e PC. Bethesda ha aggiunto che sarà supportato per gli anni a venire.

Commenti

risposte