Manca un mese al lancio ufficiale di Sea Of Thieves, il sandbox piratesco ad opera di Rare, e oltre alla recente pubblicazione dei requisiti hardware, Mike Chapman, uno dei dev del videogioco, ha dato un’altra bella notizia ai fan: non ci saranno mai loot boxes o pay to win in Sea Of Thieves.

Chapman occupa la posizione di design director per Sea Of Thieves, e ha confermato che non ci sarà alcuna forma di microtransazione al lancio del gioco. Ha poi aggiunto che l’andamento del gioco potrebbe spingere Rare a considerare alcune forme di microtransazioni, ma che queste non arriveranno mai sotto forma di loot boxes.

Secondo Chapman, le microtransazioni di natura puramente cosmetica sono una possibilità a patto che “non dividano i giocatori” e che rispettino l’ambientazione. “Non ci sarà mai alcuna forma di scommessa in Sea Of Thieves, di nessun tipo”, ha aggiunto, bollando definitivamente le meccaniche pay to win come “completamente fuori discussione”.

L’attesa per Sea Of Thieves durerà ancora poco più di un mese: il sandbox di Rare uscirà il 20 marzo 2018.

Commenti

risposte