Un giocatore di Tom Clancy’s The Division è stato bannato in via permanente dopo aver sviluppato una mod che aggiungeva una photo mode. La decisione di Ubisoft è al momento in fase di revisione.

Il giocatore in questione, Matti Hietanen, aveva creato mod simili in passato per altri titoli: Battlefield 1, Dark Souls 3 e Star Wars Battlefront, il tutto tramite un programma di sua progettazione, chiamato Cinematic Tools. Il programma è stato sviluppato per aiutare i giocatori a immortalare le loro esperienze, catturando screenshot migliori grazie al photo mode. Cinematic Tools, tuttavia, è basato su Cheat Engine: probabilmente è proprio questo che ha condotto al ban di Hietanen da The Division.

Photo mode The Division
Quantomeno, Hietanen l’ha presa bene.

C’è però una speranza per Hietanen: il creative director di Ubisoft, Julian Gerighty, ha contattato il giocatore su Twitter, dichiarandosi un fan del suo programma, e ha promesso di verificare la faccenda personalmente. Ubisoft ha ovviamente il diritto di bannare gli utenti colpevoli di azioni in conflitto con le condizioni d’uso, inclusa la creazione di mod non permesse; ma la photo mode per The Division può essere annoverata fra le mod che migliorano l’esperienza di gioco, e potrebbe accrescere l’interesse per il gioco.

Non ci resta che attendere una decisione di Ubisoft al riguardo.

Commenti

risposte