Nintendo e YouTube negli anni non sono andate molto d’accordo; l’azienda giapponese ha infatti spesso messi i bastoni tra le ruote agli youtuber che utilizzavano i suoi giochi per gameplay e live dedicate. Si è arrivato addirittura alla creazione di un programma apposito per la monetizzazione su YouTube chiamato Nintendo Creators Program, con cui la società ha dettato alcuni vincoli e limiti per la trattazione dei contenuti nei video.

La cosa non ha mai fatto piacere agli youtuber, ma sembra che ci siano cambiamenti in atto, come dichiarato da Ryan Wyatt, capo della sezione gaming di YouTube:

Nintendo sta spendendo molto tempo per valutare come affrontare la loro community di creatori di contenuti e come gestire la monetizzazione. Gli youtuber possono creare livestream Nintendo e monetizzare attraverso i nostri prodotti non pubblicitari. C’è una domanda migliore riguardo quello che essi vogliono fare in futuro, ma penso che ci sono modi per migliorare e ottimizzarne meglio il modo di lavorare con i creatori.

Siamo sicuramente ancora agli inizi, ma sembra proprio che finalmente Nintendo abbia deciso di alleggerire la morsa e rendere la pubblicazione con relativa monetizzazione sui suoi video ai creatori di contenuti su YouTube.

Commenti

risposte