Finalmente è accaduto. Qualcuno si è tolto la soddisfazione di denunciare l’Activision, anche se l’accusa non è né quella di “vilipendio al videogioco” né “atti osceni in fiere pubbliche”. A realizzare i nostri sogni è l’AM General. L’azienda in sé potrebbe non dirci nulla, ma il suo prodotto è tra le cose più rappresentative del mondo militare americano, qualsiasi sia la situazione. Nei film, in televisione e, nel nostro caso, anche nei videogiochi. Stiamo parlando dell’Humvee, l’iconico veicolo dell’esercito USA che dagli anni ’80 rimpiazzò le jeep militari. Questo qua, in poche parole:

Activision

L’accusa mossa ad AM General è quella tipica quando si parla di marchi e copyright, ovvero “l’uso non autorizzato del marchio Humvee da parte di Activision”.
Dai documenti presentati dall’AM General trapelano anche altre indiscrezioni: “i consumatori sono stati tratti in inganno, pensando che i veicoli fossero realizzati su licenza o che la nostra compagnia fosse coinvolta nella loro creazione”.
Sempre dai documenti trapelano i giochi coinvolti: Call of Duty: Modern Warfare 1, 2, 3, Remastered, Black Ops 2, Ghosts, e Heroes. Non è quindi incluso l’ultimo capitolo della saga, WW II.

Visti i miliardi fatti dal franchise, la causa potrebbe essere milionaria. Se siamo fortunati, l’AM General avrà l’opportunità di strappare molti soldi alle casse dell’Activision, che vedrà diminuito il capitale per finanziare nuovi titoli…speriamo bene.

Commenti

risposte