Nel mondo del mercato delle console portatili Sony ha avuto un favoloso momento di gloria con la rimpianta PSP e un flop clamoroso con la bella ma sfortunata PS Vita.

A tal riguardo, o meglio sul mercato delle console portatili, è intervenuto il boss di Sony, Andrew House, che in un’intervista a Bloomberg ha dichiarato apertamente che il mercato delle portatili non è un mercato interessante dal punto di vista commerciale, in quanto in quel settore ormai si sono piazzati gli smartphone, che permettono in un unico device di avere accesso sia a mezzi di comunicazione che a passatempi e ormai giochi anche di un certo livello.

House on Vita
Basta guardarlo in faccia per capire che non c’e’ nulla da salvare per PS Vita!

Due parole spende ovviamente anche sulla console del momento, Nintendo Switch, precisando che sebbene veda il mercato delle portatili non appetibile, in qualche modo apprezza l’approccio ibrido che Nintendo ha voluto sperimentare con la sua nuova console (e in qualche modo confermando quello che in molti pensano, ossia che Sony non veda Switch come competitor nel suo mercato, visto che perseguono strategie e approcci al mercato differenti).

Parlando dei dati di vendita (riferendosi al Giappone), dove Switch ormai è costantemente in vetta alle classifiche (ma consideriamo anche il fattore novità e la saturazione della PS4 nel mercato), lo stesso House ha dichiarato che il grande successo della console Nintendo non ha avuto un grandissimo impatto sul mercato della Sony.

Tutto questo ovviamente spegne qualsiasi voce sul nascere di gente che parlava di un’eventuale PS Vita 2, visto che Sony pare proprio intenzionata ad abbandonare quel mercato per sempre.

Commenti

risposte