Age of Empires II ci insegna una grande cosa, non tutti i ’99 sono da demonizzare, qualcuno si salva ed uno di questi è sicuramente uno dei nostri RTS preferiti, un capolavoro senza tempo che dopo esser stato riempito di botox, sta avendo una nuova giovinezza.

Dopo la remastered del 2013 infatti, il gioco è tornato in auge spingendo gli sviluppatori a riprendere “per bene in mano” appunto lo sviluppo.

Dopo The Forgotten e The African Kingdoms, arriva la terza espansione il 19 Dicembre 2016. Essendo i contenuti in linea con The African Kingdoms ci aspetteremo sicuramente un costo simile.

aoe-asia-boxart1-3004229abe0b61b433250731b6223a3b2

Rise of the Rajas sarà disponibile quindi tra pochi giorni su Steam a ben 17 anni dalla prima release del capitolo vanilla.

In questa espansione avremo 4 nuove popolazioni, Malesi, Birmani, Vietnamiti e Khmer.

Figlio di Pdor. Della tribù d’Isthar. Ok, la smetto.

Queste “razze” potranno essere meglio conosciute giocando alle 4 campagne a loro collegate, ovviamente vi parlo di campagne inedite e single player, che serviranno a loro volta a farvi prendere confidenza con rispettivamente nuove unità da combattimento come elefanti con balista e arcieri corazzati, 13 terreni nuovi, 15 nuove mappe e con, per i lupi solitari, i miglioramenti per l’intelligenza artificiale.

E voi? Comprerete uno dei pochi DLC che val la pena acquistare nell’intero panorama videoludico? Fatecelo sapere tra i commenti!

Commenti

risposte