Il futuro del gaming probabilmente sarà diverso da oggi, con il cloud che la farà sempre più da padrone e la realtà virtuale che, seppur lentamente, ha già cominciato a farsi conoscere. Sony ha già da tempo sondato la strada e le parole di Shawn Layden hanno confermato l’interesse dell’azienda a questa tecnologia, dal lato Microsoft invece tutto tace.

Seppur Microsoft stia sviluppando un’alta tecnologia con HoloLens, quando parliamo di VR e videogiochi Microsoft sembra essere tirata fuori dal discorso e a confermare la cosa sarebbe Pablo Lafora, game designer di Tessera Studios, software house di prim’ordine in quanto a giochi per realtà virtuale.

Secondo le sue parole, infatti, Microsoft non menziona mai la VR quando si parla di Scarlett, il che fa pensare che non sia realmente interessata a questa tecnologia in ambito videoludico:

Nonostante lo abbia chiesto più volte, Microsoft non mi ha mai dato informazioni sulla VR. Ci sono solo alcuni rumor su HoloLens 2, ma sembra che non abbiano molto interesse per la realtà virtuale. Dunque sembra che Microsoft non abbia intenzione di introdurre funzionalità VR nella loro prossima console, e questo potrebbe essere rischioso.

Forse la prossima Xbox sarà compatibile con HoloLens 2, ma in ogni caso non pensiamo che HoloLens possa essere un focus per la nuova console di Microsoft.

Queste parole non dimostrano ufficialmente che Microsoft non sia interessa alla realtà virtuale, ma di certo fa capire quanto la società di Redmond non punterà su questa tecnologia con la nuova Xbox Scarlett.

Commenti

risposte