La demo di Resident Evil 2 Remake si è fatta apprezzare molto per il gran lavoro svolto da Capcom, affascinando chi aveva giocato l’originale titolo su PlayStation e chi ha vissuto per la prima volta l’inizio della carriera di Leon.

Eppure non tutto il mondo potrà godere della stessa esperienza horror e splatter, visto che in Giappone sono state effettuate diverse opere di censura, come potete vedere dal tweet sottostante.

Il poliziotto sfregiato nella versione americana ha un vero e proprio pezzo mancante di viso, mentre nella demo giapponese possiamo vedere soltanto del sangue che copre la parte interessata.

Anche nelle altre scene vediamo smembramenti meno splatter e d’effetto, il che sicuramente non intacca la qualità del gioco, ma rende il tutto meno spaventoso e impressionante.

Chissà se la cosa sarà, poco probabilmente, limitata alla sola demo o se anche le versioni finali di Resident Evil 2 Remake avranno queste differenze di censura.

Commenti

risposte