E i bambini? Chi pensa ai bambini?” è la prima cosa che sarà venuta in mente a Dame Ester Rantzen, presidente di Childline, vedendo l’ultimo trailer di Detroit Become Human. Il video in questione, che potete visionare di seguito, mostra infatti Todd prendersela molto violentemente con la figlia di dieci anni, Alice; ovviamente il nostro compito, sotto le spoglie dell’Androide Kara, sarà quello di cambiare il corso degli eventi e salvare la bambina, ma ciò non è bastato all’associazione per la protezione dei minori per ritirare le accuse.

Rantzen ha infatti richiesto la rimozione di tale scena o, addirittura, di cancellare l’intero gioco visto che si tratterebbe di una “scena perversa” e che “le violenze sui minori non sono intrattenimento ma una realtà per milioni di giovani costretti a vivere nella paura“.

Ovviamente è arrivata la pronta risposta di David Cage, direttore del progetto, secondo cui il gioco non è incentrato assolutamente sugli abusi domestici e la scena in questione è solo una parte di una storia matura che farà riflettere i giocatori. Secondo il direttore, inoltre, bisogna ormai considerare i videogiochi come un mass media in cui è bene trattare certe tematiche, proprio come fatto da anni dal cinema o dalla TV.